Nuovi propositi: il metodo Stork per portarli a termine

Il primo gennaio e il primo settembre ci mettono quasi sempre in uno stato mentale di apertura e positività. I fallimenti o conquiste ignorate ora si ripropongono nella dimensione della loro probabilità. Siamo tornate al punto zero con l’atteggiamento mentale di chi è all’uscita dal confessionale e sente che stavolta proverà a comportarsi bene.

Poiché la facilità nello stilare elenchi di buoni propositi è strettamente commisurata alla velocità nel perderli di vista nel corso dell’anno, ho creato un planner personale, il metodo stork, che mi ha aiutato a pianificare e raggiungere i miei obiettivi sia personali che di carriera.

Il metodo stork deriva da uno strumento di pianificazione strategica utilizzato nelle aziende, l’analisi SWOT. Sapete cos’è? E’ un’analisi a supporto di strategie aziendali in contesti caratterizzati da forte incertezza e competitività. Il suo utilizzo è stato esteso nel coaching e nello sviluppo delle competenze professionali. A livello visuale, si basa su un grafico, una matrice divisa in 4 quadranti, che determinano le caratteristiche di un progetto. Questi punti di vista sono diversi e contrastanti fra loro, per poter costruire la soluzione migliore, più equilibrata e vincente.

S come Strenghts, i punti di forza (plus)

W come Weaknesses, i punti deboli (minus)

O come Opportunities, i vantaggi

T come Threats, i rischi

Il metodo stork si basa sulla stessa matrice, 4 quadranti (stork canvas) a cui corrispondono 4  diverse categorie:

1. lavoro/successo

2. famiglia

3. bellezza e benessere

4. hobby e tempo libero

Metodo stork, come realizzare i nuovi propositi di settembre

Stork Canvas

Il pannello utilizza il linguaggio visuale, che in ambito business è diventato un vero e proprio strumento di comunicazione potente per la creazione di modelli innovativi (Business Model Canvas http://www.businessmodelcanvas.it/).

Per ogni categoria indicata sullo stork canvas inseriamo a penna o con post-it i singoli propositi. Alcuni esempi? Voglio cambiare lavoro, voglio ottenere una promozione entro settembre, voglio dedicare un’ora al giorno a giocare coi miei bimbi, voglio cucinare solo cose sane, voglio dimagrire 5 kg, voglio leggere un libro al mese.

E’ uno schema semplice e visuale. Dopo averlo stampato, dedicate un’ora del vostro tempo alla fase di pianificazione dei prossimi 6-12 mesi per completare i 4 quadranti. Infine non dimenticatelo in un cassetto, ma tenetelo in un posto dove avrete la possibilità di riprenderlo in mano con una certa regolarità (almeno una volta al mese). Questo vi permetterà di misurare la distanza che vi separa dagli obiettivi indicati ed eventualmente di riprogrammare attività o aggiornare i vostri traguardi.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *