Letture dal Nord Europa: 3 libri imperdibili per bambini

“Good literature gives the child a place in the world and the world a place in the child”
Astrid Lindgren

Negli ultimi anni alcune case editrici per ragazzi hanno fatto un lavoro egregio di riscoperta e pubblicazione in italiano di grandi classici della letteratura per bambini provenienti dai paesi dell’Europa del Nord, che hanno come denominatore comune lo sguardo particolare verso l’infanzia.

I bambini o i ragazzi che ritroviamo nelle loro storie sono liberi di esplorare il mondo, hanno un grande spirito di indipendenza e di intraprendenza e sono spesso da soli, mentre la figura dell’adulto è assente o del tutto marginale, oppure arriva solo in aiuto.
Ricorderete sicuramente Pippi Calzelunghe, nata dalla mirabile penna della scrittrice svedese Astrid Lindgren: proprio in suo onore è nato uno dei più prestigiosi premi internazionali per la letteratura per l’infanzia, l’Astrid Lindgren Memorial Award, per promuovere l’interesse nella letteratura per bambini e ragazzi.

Ecco quindi le mie proposte tra le pubblicazioni degli ultimi anni:

1. TempeStina
Lena Anderson
LupoGuido Editore
+3 anni


Lena Anderson è un’autrice svedese che da oltre quarant’anni scrive e illustra libri per bambini e ragazzi.
Stina, la protagonista del suo albo illustrato pubblicato nel 2018 da LupoGuido editore, “arriva come un vento di tempesta” tutte le estati nella casetta grigia su un’isola dell’arcipelago, per passare le vacanze con il suo nonno materno.
Le sue giornate sono piene di avventure all’aperto: raccoglie oggetti che il mare ha portato a riva e va a pesca con il nonno. Tutto è vissuto con la meraviglia e lo stupore tipici della sua età.


Una sera però, durante una tempesta, Stina decide di uscire da sola per vedere che effetto fa: il nonno la trova fradicia e impaurita, seduta al buio su uno scoglio e la porta con sé in casa.
“Quando c’è una tempesta, è meglio essere in due e ben coperti” le dice il nonno, e così armati di cerata e stivali escono insieme ad affrontare la tempesta, che come sempre porterà dei nuovi regali.


Le delicate tavole ad acquerello ci riportano ad un’infanzia ormai dimenticata, fatta di libertà, avventure a piedi nudi, e tanta curiosità.
Ed è appena arrivato in libreria il secondo episodio, Stina e il capitan Fanfarone sempre pubblicato da LupoGuido editore.

2. Madelief – Lanciare le bambole
Guus Kuijer
Camelozampa Editore
+ 6 anni

Questo libro è stato per noi un colpo di fulmine, una lettura imprescindibile per diverse sere, una di quelle storie che non vorresti mai smettere di leggere!
Madelief è una bambina olandese (sarà per questo che l’abbiamo così amata…) che vive la sua vita con simpatia e curiosità, perde spesso la pazienza e dice sempre quello che pensa.
Ci immergiamo nelle sue avventure quotidiane con i suoi amici Roos e Jan Willem, ridiamo di gusto per le sue trovate geniali e riflettiamo insieme a lei sulle grandi domande che si pone e a cui prova a dare delle risposte…”alla sua altezza”.

Ed è proprio questo sguardo ad altezza bambino, la grande ironia utilizzata dall’autore olandese Guus Kuijer (vincitore tra l’altro dell’ Astrid Lindgren Memorial Award nel 2012) e lo stile narrativo asciutto che ne fa un libro unico nel suo genere!
Inoltre, è stato scritto utilizzando il Font Easy Reading, carattere ad alta leggibilità per tutti, anche per i dislessici.
Il secondo volume di Madelief dal titolo “I grandi, buoni giusto per farci il minestrone” è stato da poco pubblicato sempre da Camelozampa.

3. Cuori di Waffel
Maria Parr
Beisler Editore
+ 9 anni

“Il primo pomeriggio delle vacanze estive Lena e io costruimmo una funicolare tra le nostre due case. A sperimentarla, come al solito, sarebbe stata lei.”
Chi parla è Trille, un ragazzino che abita nella Baia di Martinfranta con i suoi genitori e i suoi tre fratelli più il nonno, “appena appena il numero giusto per tenere tutti sotto controllo”, come dice la mamma.
Il nonno è una figura fondamentale nella crescita di Trille e compagno di avventure dei due ragazzi.
Sarà lui che porterà Trille Lena e Ricciola, la piccola della casa, nel cassone della sua motocicletta in un pericoloso viaggio verso il molo dove il re dei pirati Baltasar li avrebbe catturati per mettere le mani sul tesoro (alias due barattoli di pittura che il nonno doveva ritirare in negozio).

Lena ha sempre qualcosa in mente e riesce a coinvolgere Trille in ogni sua avventura, come costruire la Barca di Noè (non un Arca perchè nessuno sa cosa sia…) dove riusciranno a far salire due conigli, il gallo e la gallina nr.4 (la preferita di Lena), degli insetti e un solo gatto, ma “così grasso che varrà per due”.

Sarà sempre Lena a trascinare Trille in città in piena estate a cantare Bianco Natal per raccogliere i soldi necessari all’acquisto di un pallone da calcio.
Queste e tante altre avventure vi faranno divertire, far sorridere o preoccupare, perchè avventura a volte fa rima con guai, ma per fortuna gli adulti saranno sempre in silenzio ad osservare e ad intervenire in soccorso!

Maria Parr è un’autrice norvegese per ragazzi molto amata dal suo pubblico e ha vinto in Italia con Cuori di Waffel il premio Andersen 2015 come miglior libro dell’anno nella fascia 9-12 anni.
E se questo libro vi è piaciuto, vi consiglio di leggere anche il seguito, Lena Trille e il mare, sempre pubblicato da Beisler Editore.

Ed ora…buone letture a tutti!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.