Come trovare una baby sitter su Internet

La ricerca di baby sitter oggi si fa su Internet. Perché ad aspettare le coincidenze astrali derivanti da amiche di amiche che potrebbero conoscere qualcuna in grado di aiutarci, si perde spesso tempo inutile. E nella maggior parte dei casi la ricerca di una tata ha caratteri di urgenza.

Ci sono oggi siti web specializzati che ti mettono in contatto con decine e decine di profili, più o meno referenziati, selezionabili in base a una serie di criteri, dalla vicinanza a casa tua alle loro disponibilità giornaliere.

Personalmente ne ho testati due e sono rimasta sempre soddisfatta della qualità dei profili e della rapidità con cui ho chiuso la ricerca (tra colloqui e chiusura della trattativa non sono mai passate più di 2 settimane).

Prima di cercare…

Consiglio preliminare: chiaritevi prima le idee sui requisiti che la tata di vostro figlio/a deve possedere. Scrivete un annuncio che contenga la lista delle caratteristiche ricercate: per es. deve essere auto munita, abitare vicino a casa, essere dolce, seria, puntuale, conoscere l’inglese ecc.

Sulla questione retribuzione, fate un’indagine sulle tariffe generalmente praticate in città, ricordandovi che se l’impegno richiesto è continuativo (per es. tutti i giorni della settimana), sarà remunerabile con tariffe inferiori rispetto a richieste saltuarie o serali. Nel primo caso suggerisco di optare per un forfait, che garantisce massima flessibilità alle mamme lavoratrici con problemi di puntualità.

Iniziamo la ricerca

Una volta chiarite le idee, potrete consultare i seguenti siti, che vi metto in ordine di preferenza:

  1. Top Tata: basta iscriversi, pubblicare il proprio annuncio e visualizzare le offerte di tate della zona con il rispettivo profilo (spesso con foto). Il sito è gratis, ma solo l’accesso alle coordinate telefoniche è oggetto di una piccola quota di partecipazione alle spese di mantenimento del servizio, sotto forma di pass singolarmente acquistabili che non vengono mai rinnovati automaticamente. Lo stesso sito aiuta anche nella ricerca di altre figure (colf, pet sitter, sostegno scolastico, sostegno agli anziani). Sito top, cinque stelle.
  2. Sitter Italia: è il più grande portale di annunci di baby sitter. E’ una banca dati di aspiranti Mary Poppins geolocalizzate rispetto alla tua abitazione. Stessa procedura del sito precedente, con la sola eccezione che qui paghi subito una piccola quota per poter accedere al data base entro una certa data. Attenzione al rinnovo: è automatico, se trovate la tata prima della scadenza, preoccupatevi di disattivare il servizio.
  3. Le Cicogne: servizio più assistito dei precedenti. Ti registri, pubblichi il tuo annuncio e pazienti 48 ore. Entro 2 giorni sarai contattata dal personale del sito e riceverai i profili delle persone compatibili e disponibili per le tue richieste e una conferma di un appuntamento per conoscerle. In seguito al colloquio, quando la cicogna selezionata inizierà a lavorare presso la tua famiglia, lei effettuerà il “check-in” alla tariffa stabilita e, quando finirà di lavorare, effettuerà il “check-out” con una app dedicata. Tu non dovrai preoccuparti di nulla: l’app calcolerà automaticamente le ore di lavoro e ti notificherà quando ti verrà addebitato il compenso della baby sitter dalla carta di credito (o tramite RID bancario mensile). Tutte le ore di lavoro tra il check-in e il check-out sono coperte da assicurazione sulla casa e sui bambini. I servizi di regolarizzazione sono inclusi nelle tariffe.
  4. Yoopies: altro motore di ricerca di tate, assistenti all’infanzia, pet sitter e servizi di pulizia. Pubblichi un annuncio ed entri in contatto con tate geolocalizzate. Il sito è completamente gratuito. E’ prevista l’opzione di far certificare il proprio profilo per 4€. Questo vi permette più visibilità per apparire in alto nella ricerca dei genitori.

Durante il colloquio

Il mio consiglio è di scriversi una lista di domande da fare alla futura baby sitter, in modo da non dimenticare aspetti importanti. Sarà bene approfondire con lei come abbia affrontato situazioni difficili o come si sarebbe comportata per es. in caso di febbre improvvisa, capricci, scene isteriche o gelosie tra fratelli. Fondamentale organizzare il colloquio insieme a vostro figlio/a. Fate fare anche a lui o lei una domanda, osservate come interagiscono tra loro e se già si crea sintonia. Lasciateli giocare insieme dieci minuti, mettetevi da parte e osservateli da lontano. Date conto anche del vostro intuito, perchè una persona che a pelle non vi convince, difficilmente vi convincerà poi.

Chiedete sempre referenze e telefonate alle mamme (previa loro autorizzazione) dove la vostra futura tata è stata in servizio. Se infine cercate una tata automunita, destinata a “scarrozzare” i vostri bambini tutti i santi giorni, è d’obbligo attrezzarla di seggiolini e magari farci un giro in macchina insieme. La nostra tranquillità prima di tutto.

Buona ricerca!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *