Come capire il linguaggio dei neonati

Il  libro che va assolutamente letto dopo la prima gravidanza è “Il Linguaggio segreto dei neonati” di Tracy Hogg. Sta alla neomamma come la Bibbia a un bambino di 8 anni a catechismo.

L’esperienza del primo figlio è stata per me come acquistare un biglietto senza ritorno per la Cina. Assunta in una risaia H24, con colleghi che comunicavano con me in un dialetto mandarino stretto. Mia figlia Bea assomigliava esattamente al collega mandarino che parla una lingua strana. La risaia era la condizione che mi aspettava. Non per sempre, intendiamoci, ma almeno per i primi sei mesi.

Tracy Hogg è una nurse inglese che ha provato a decodificare il dialetto mandarino dei neonati, a insegnare alle neomamme il linguaggio dei loro piccoli. Ha scoperto che quando un bambino appena nato ha fame o ha caldo, o freddo, o si sente il pannolino sporco di pupù piange e lo fa con gemiti differenti a seconda del problema insorto.E questa geniale Mary Poppins ti prende per mano pagina dopo pagina e ti insegna ad ascoltare la voce del tuo piccolo. Con tabelle ed esempi. Ti ritroverai a contare il numero dei versi mentre piange sconsolato sul tappeto circondato dalla più costosa collezione di sonaglini fatti arrivare dalla Francia. Ha pianto tre volte con un singhiozzo finale trascinato per 5 secondi? Ha caldo. E ti precipiterai sul tappeto e lo stenderai a terra con mossa di Kung Fu per poi sfilargli tuta di ciniglia, body a maniche lunghe, maglia di lana, cuffia coi paraorecchi e doppie calze. Si, forse aveva davvero caldo…

E poi diventerai regina del metodo easy della Hogg, basato su una routine di attività quotidiane ben scandite in base agli orari, vivrai di check list, sveglie e pianificazioni. Abnegherai le tue precedenti convinzioni sulla bontà del metodo del cosleeping, perché diventare madre non vuol dire diventare martire. E tuo figlio imparerà a dormire da solo nel suo lettino.

Col rischio però che all’età di 7 mesi si sbagli e anziché chiamarti mamma ti chiami Signora Rottermeier.

Il linguaggio segreto dei neonati è un utile vademecum per le primipare. E’ la pillola contro attacchi di baby blues in agguato.

One Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *